Lo sapevi che

Bagno pulito in poche mosse

By 21 Gennaio 2019 No Comments

Il bagno è probabilmente, dopo la cucina, l’ambiente della casa che necessita di più cura e che va pulito molto frequentemente, meglio se tutti i giorni. Al solo pensiero di pulire il bagno, alcuni potrebbero storcere il naso: certo, occuparsi della pulizia del bagno, soprattutto se quotidiana, può essere una bella seccatura. Eppure, le pulizie del bagno, se eseguite a regola d’arte con gli strumenti giusti, non solo possono risultare più semplici e meno faticose, ma dureranno di più nel tempo. Il segreto? Basta affidarsi ai prodotti giusti, di qualità professionale, ed eseguire alcune operazioni fondamentali, sia per le “grandi pulizie” sia per quelle di tutti i giorni.

Sanitari: puliti in ogni dettaglio

Per i sanitari, l’esigenza è non solo pulire a fondo, ma anche disinfettare, disincrostare e infine sbiancare le superfici, avendo cura di non rovinarle. Ci si può affidare a detergenti per pulire ed igienizzare tutte le superfici, e a prodotti dalle virtù anticalcare e disincrostanti, perfetti per esempio per le rubinetterie e le piastrelle. Le rubinetterie sono un discorso un po’ delicato: bisogna fare attenzione infatti a utilizzare prodotti efficaci ma delicati, che non intacchino le cromature. Alcuni detergenti anticalcare, come il nostro Freccia,  lasciano una gradevole profumazione che dura nel tempo: per donare la sensazione di un bagno non solo perfettamente pulito da vedere, ma anche da vivere.

Vasca e doccia, addio fatica

Il nemico giurato del pulito di vasche e docce è la temuta accoppiata calcare-muffa, quest’ultima particolarmente pericolosa per la nostra salute e che prolifera negli ambienti umidi. Per di più, vasche e docce sono “toste” da pulire, anche a causa della posizione scomoda che spesso siamo costretti ad assumere. Quindi, comeottenere un pulito impeccabile, senza spaccarsi la schiena? Una buona idea è quella di utilizzare detergenti spray come Maiverde Lucente, per raggiungere più facilmente le zone più difficili da pulire, oppure detergenti schiumosi come Splendido che fanno agire per qualche istante la schiuma sullo sporco ostinato.

Non dimentichiamoci infine delle piastrelle. Se un passaggio più veloce è perfetto per le pulizie quotidiane, per quelle più profonde è raccomandabile pulire bene anche tra le fughe delle piastrelle dove si annidano i batteri che danno origine alle muffe.

L’importante, in ogni caso, è seguire sempre la regola d’oro: asciugate sempre accuratamente ogni superficie dopo la pulizia, perché le goccioline residue sono un invito a nozze per il calcare e la muffa. E questo vale sia per i sanitari che per tutte le superfici del bagno, piastrelle comprese.