Momenti di Marka

Scopri come valorizzare ogni angolo della casa con la luce: i consigli di Marka

By 8 Ottobre 2018 No Comments
Luci di casa

Sicuramente sarà capitato di domandarti perché quelle tende o quei mobili in negozio sembrassero più grandi o avessero una lucentezza diversa da quella che ora hanno in casa. Come si suol dire, non c’è stato trucco e non c’è stato inganno. Probabilmente hai prestato poca attenzione al modo in cui erano illuminati.

Fotografia e cinema insegnano che è sufficiente cambiare tipo di luce per avere un effetto differente. Lo stesso principio vale anche per il modo in cui si illumina l’abitazione.

Ogni angolo della casa, per essere valorizzato, richiede un’illuminazione diversa. Il perché è semplice (anche se ogni tanto ci si dimentica): ogni stanza ha i suoi scopi specifici come, per esempio, la sala per stare sul divano a guardare la TV oppure la cucina per cucinare o anche pulire il piano cottura. È bene quindi dare risalto a ogni zona della casa con le giuste luci.

A ogni area della casa… La sua luce

Vediamo allora qual è il tipo di luce adatta per goderti al massimo ogni angolo della tua casa.

Il soggiorno è l’area multifunzione per eccellenza: è qui che si intrattengono gli amici, che ci si può rilassare leggendo un libro o guardando la TV ed è sempre qui che in genere si pranza/cena.

Attività diverse che, come detto poco sopra, richiedono un’illuminazione quanto più flessibile e adattabile. Per tali motivi, il nostro consiglio è quello di posizionarne più tipologie, così da poter scegliere quale utilizzare in base alle esigenze.

Nella zona divano, l’ideale sarebbe una luce diretta verso quella piccola area che utilizzi per leggere, una lampada da tavolo o da terra per creare l’effetto soffuso mentre guardi la TV e faretti orientabili sul soffitto per una luminosità uniforme e non eccessivamente forte, così da poter riuscire a conversare con amici/famiglia senza che troppa intensità affatichi la vista o sia causa di fastidio. I classici lampadari sono, invece, adatti per la zona pranzo.

Se il soggiorno è la zona multifunzione, la cucina è quella più affollata di tutta la casa: pensa solo alla mattina in settimana, quando tutti hanno fretta di far colazione per poi correre a scuola/lavoro.

La cucina è inoltre il luogo che richiede una maggiore pulizia anche più volte al giorno, per cui una luce debole non è certamente ottimale.

Anche in questo caso esistono una moltitudine di soluzioni:

  • Seppur classico è estremamente funzionale, perché soddisfa 2 esigenze fondamentali: riesce a generare una luce diffusa in tutto l’ambiente, oppure solo in direzione di determinate aree.
  • Luci pendenti. Particolarmente adatte per le cucine con soffitti molto alti, sono in grado di illuminare con precisione i punti desiderati.
  • Incassandoli direttamente nel soffitto, generano fasci luminosi orientabili su tutte le superfici.

Vediamo ora il bagno. Questo spazio ha bisogno di una doppia illuminazione: da un lato deve aiutare il risveglio mattutino, dall’altro dovrebbe rilassare dopo una lunga giornata.

Posizionare le luci in prossimità dello specchio e/o del lavabo aiuta a riattivarti dopo il fastidioso suono della sveglia.

Oltre a essere funzionale, il bagno è anche il luogo in cui rilassarsi magari facendo una lunga doccia o coccolarsi nella vasca immersi in delicate fragranze. Per trasformarla in una piccola SPA personale, ti consigliamo di installare luci a sospensione o a incasso nel soffitto, gestendo la luminosità con un regolatore, così da tenerla a bassa intensità per i momenti di relax.

Non solo dormire: in camera da letto ci si prepara per andare a lavorare, si legge, ci si rilassa e si godono momenti speciali in coppia. Il trucco è integrare vari punti luce oltre all’illuminazione generale. Al classico lampadario o plafoniera sul soffitto che proietta una luce diffusa in tutta la stanza, ti consigliamo di aggiungere una lampada su ogni comodino dotata di regolatore di luminosità.

E tu, hai trovato l’illuminazione adatta per valorizzare la tua casa?