Lo sapevi che

Via il grigio dell’inverno dai caloriferi

By 3 Aprile 2018 No Comments
Caloriferi

Con l’arrivo della primavera, finalmente dopo mesi e mesi di duro lavoro, puoi mettere a riposo i tuoi caloriferi non prima, però, di aver loro dato una degna pulizia. Eh già, anche loro devono essere inclusi nella tua lista delle faccende domestiche, anche se (a essere onesti) è un compito un po’ più difficoltoso rispetto ad altri poiché, per via della loro struttura, sono ricchi di spazi e fessure in cui si accumula molta polvere, difficili da raggiungere e di conseguenza rimuovere.

Non bisogna disperare, nonostante rimuovere il grigio dell’inverno dai nostri caloriferi richieda un po’ più di tempo e pazienza: basta trovare la strategia giusta per renderne meno pesante la pulizia.

Prima di lustrare i tuoi caloriferi e renderli splendenti, vogliamo darti un suggerimento per alleggerirti il compito in futuro. Per evitare che la polvere e lo sporco si accumulino negli angoli impossibili, ti consigliamo di rimuoverli ogni giorno o comunque con la stessa frequenza con cui pulisci gli altri mobili della tua casa.

Ci teniamo inoltre a ricordarti che la pulizia è da svolgersi a calorifero spento e completamente freddo. Per evitare invece di sporcare il pavimento e le pareti, potrebbe tornarti utile coprire l’area con i classici fogli di giornale. In ultimo, prima di pulire, preparati a portata di mano tutti gli strumenti di cui avrai bisogno, che generalmente sono:

  • aspirapolvere;
  • spazzole allungabili;
  • detergente per caloriferi;
  • spugna;
  • panno.

Se sai come fare, di per sé il procedimento per pulire i caloriferi è molto semplice. Prima di tutto si parte dalla rimozione dello sporco superficiale e dall’accumulo di polvere, aiutandoti con l’aspirapolvere dotato dell’accessorio a forma di tubo, in modo tale da poter raggiungere anche i punti più difficili e/o nascosti. In alternativa, si possono utilizzare anche le spazzole allungabili o i classici spolverini. L’obiettivo è quello di eliminare la maggior parte della polvere e sporco, sia esternamente sia internamente, così da rendere più veloce il passaggio successivo.

A questo punto spruzza un detergente specifico per caloriferi, per esempio Biancosempre, e lascialo agire per qualche minuto, dopodiché inizia a pulire la superficie esterna e tra i moduli con una spugna. Per raggiungere i punti più difficili, potresti attaccare la spugna all’estremità di una spazzola allungabile.

Una volta terminata la pulizia profonda, passa un panno umido per rimuovere gli ultimi residui e asciuga bene i caloriferi.

Nonostante sia vivamente consigliato pulire i termosifoni durante le stagioni di inutilizzo, l’ideale sarebbe eseguire una manutenzione regolare poiché, come dicevamo, per via della loro struttura anche se spenti tendono a diventare il nascondiglio perfetto per la polvere.

Pertanto, ti consigliamo di pianificare la loro pulizia, almeno una volta al mese, se si desidera mantenerli a lungo in buone condizioni e lontano dallo sporco.

Un ultimo consiglio: dopo aver asciugato con un panno i caloriferi, prendi il tuo asciugacapelli e getta l’aria fredda alla massima velocità tra le fessure. In questo modo anche l’ultimo e più nascosto sporco verrà rimosso e, essendo ormai asciutto grazie all’aria, sarà sufficiente rimuoverlo dal pavimento con la scopa.