Momenti di Marka

La rivoluzione del design: 100 anni di Bauhaus

By 24 Settembre 2019 No Comments

1919-2019: sono passati esattamente 100 anni da quando l’architetto berlinese Walter Gropius fondò a Weimar, in Germania, lo Staatliches Bauhaus, letteralmente “la casa del costruire”.

Il Bauhaus oltre che una scuola di design a tutti gli effetti, tra le più importanti e influenti, è stata la culla della nuova architettura destinata al cittadino dell’era moderna, e ancora oggi è un riferimento indispensabile per l’architettura contemporanea, in cui si fondono pittura, scultura, architettura, disegno industriale e urbanistica.

Il concetto di partenza del Bauhaus, insomma, era ben chiaro: ricercare l’arte attraverso un approccio multidisciplinare, un concetto assolutamente moderno.L’arte dell’architettura usciva dai canoni estetici, dalle accademie e dalle “scuole”, per aprirsi alle città, alle case, alla esigenze pratiche della vita quotidiana, inaugurando un legame tra design e modi di vivere che ancora oggi esprime nell’attenzione verso il proprio ambiente intorno, a cominciare dalle nostre case e dagli oggetti con cui le facciamo vivere.

La ricerca del Bauhaus si indirizzava da subito verso la purezza dei materiali, la linearità delle forme e nuove prospettive spaziali, in cui si ricercano soprattutto chiarezza, semplicità e minimalismo.

Il Bauhaus fu anche una scuola d’arte, specie nei primi anni, in cui i docenti erano grandi artisti: vi insegnarono Paul Klee e Wassily Kandinsky, e vi collaborarono anche rappresentanti della musica come Igor Stravinski.

Quell’esperienza ci ha lasciato elementi di arredo iconici, come la sedute di Marcel Breuer e di Mies van der Rohe, che ancora oggi sono in case di tutto il mondo.

L’avventura del Bauhaus  durò solo 14 anni e si concluse nel 1933, con l’ascesa del Nazismo in Germania. 14 anni, che ebbero però un’influenza incredibile sull’architettura, l’arte e il design del XX secolo e che continua fino ad oggi.
A proposito, che ne resta oggi del Bauhaus e della sua rivoluzione? Sarebbe difficile individuare l’influenza del Bauhaus indicando specifici progetti, edifici e oggetti di design, talmente sono tanti.
Bauhaus è ovunque: nell’architettura alla moda, al design, alla grafica, agli oggetti e ai complementi di arredo che oggi apprezziamo, fatti di colori primari, forme elementari e geometriche, materiali inediti e nobilitati

Buon centesimo compleanno, Bauhaus!