Lo sapevi che

Nell’era digitale, hai mai pensato a come pulire tutti i tuoi monitor?

By 9 Febbraio 2018 No Comments
Come pulire i monitor

Siamo ormai abituati ad avere gli occhi incollati al monitor: che sia di un Pc, di un Tablet o di uno Smartphone poco importa. Se ben ci pensiamo, più che mezzi per comunicare, lavorare e/o intrattenersi sono diventati un’estensione del nostro corpo.

I nostri dispositivi li conosciamo come il palmo delle nostre mani, sappiamo chi ci sta telefonando semplicemente personalizzando la suoneria, con un solo click sulla giusta applicazione possiamo fare la spesa o, addirittura, prendere parte a una riunione lavorativa ovunque essa si svolga. Ma se ti domandassimo come si puliscono correttamente tutti i monitor dei tuoi devices, sapresti rispondere?

Sia che tu stia cercando di togliere la polvere, i segni delle impronte digitali o lo sporco in generale, farlo nel modo scorretto potrebbe danneggiarli irreparabilmente.

I monitor moderni (rispetto a quelli prodotti un decennio fa) sono molto più luminosi, offrono un’immagine più nitida ma sono anche più delicati.

Per rispondere alla domanda che fa da titolo al nostro articolo vorremmo iniziare spiegandoti come non dovresti pulire i monitor, in modo tale da non danneggiarli.

Innanzitutto non dovresti spruzzare il detergente liquido direttamente sullo schermo perché, a differenza dei monitor dei Pc e delle TV a tubo catodico (CTR) – i quali avevano uno spesso strato di vetro che li rendeva quasi impermeabili ai liquidi -, i recenti monitor a schermo piatto vengono realizzati posizionando sottili strati di differenti materiali, nei quali i liquidi potrebbero infiltrarsi.

Non dovresti mai utilizzare detergenti a base di alcool o di ammoniaca: né sullo schermo, né spruzzandoli sul panno poiché, nella maggior parte dei casi, la loro forza abrasiva rimuove il rivestimento antiriflesso, opacizzando il monitor.

Ci teniamo a ricordare che i display moderni sono molto delicati, pertanto non dovresti mai pulirli con salviette di carta o stracci che utilizzi pe la pulizia generica.

Le salviette/tovaglioli di carta, anche se non visibile a occhio nudo, hanno una superficie ruvida che potrebbe causare graffi, mentre gli stracci potrebbero contenere residui di sporco o di detergenti troppo aggressivi.

Come potresti pulire correttamente i monitor?

Ora che sai come non dovresti pulire i monitor, passiamo al procedimento corretto. Prima di tutto sarebbe indicato spegnere i monitor per due motivi fondamentali:

  • Per la tua sicurezza;
  • Per individuare facilmente la polvere e lo sporco.

Il primo passo fondamentale dovrebbe essere quello di rimuovere il più possibile lo sporco senza toccare il monitor: a tal fine è consigliato l’utilizzo di una bomboletta ad aria compressa, mantenendola a una distanza di circa 30 cm.

A questo punto si passa alla rimozione dello sporco più resistente utilizzando un panno in microfibra, passandolo sul monitor con movimenti delicati (non applicare troppa pressione) da sinistra a destra o in su e giù, ma non circolari.

Infine potresti spruzzare una piccola quantità di detergente specifico per monitor; noi di Marka ti consigliamo Orizzonte sul panno in microfibra, con stessa pressione e ampi movimenti poco sopra spiegati.

Prima di riaccenderlo, assicurati che sia completamente asciutto. Et voilà: come pulire i monitor in modo tale 19da renderli così splendenti che quasi ti ci potrai specchiare dentro (ovviamente a schermo spento)!