Momenti di Marka

Scappare dalla routine: meta esotica o relax a portata di mano?

By 8 Novembre 2018 No Comments
Scappare dalla routine

Se le vacanze estive sono ormai un lontano ricordo e le ferie natalizie sembrano ancora molto lontane, potresti comunque approfittare del weekend, attaccandoci un giorno di ferie, per scappare dalla routine.

Qualche giorno tutto per te, in cui puoi rilassarti, divertirti e rigenerarti dallo stress quotidiano. Non resta altro che scegliere la meta: esotica o a portata di mano?

Se preferisci non allontanarti troppo da casa, puoi scegliere uno tra i meravigliosi luoghi che il nostro Paese offre. Dalle grandi città ai borghi medievali, situati lungo le coste, o piccoli e caratteristici paesini di montagna, non devi fare altro che decidere. Te ne segnaliamo alcuni, poco conosciuti ma di estrema bellezza.

Avvolta tra le montagne più belle d’Italia, la piccola città di Aosta (fondata dai romani e di cui sono rimaste ancora le loro tracce come, per esempio, il Teatro Romano) è perfetta per dimenticare il caos delle grandi metropoli, con il suo centro storico a misura d’uomo o immergendosi nel meraviglioso Parco Nazionale del Gran Paradiso, poco distante.

Al confine con la Svizzera e l’Austria, si trova il suggestivo paese sommerso di Curon Venosta, di cui è possibile ammirare il vecchio campanile che fuoriesce dal lago di Resia, ma non è l’unica attrazione. A Curon – oltre a essere vicina a due importanti comprensori sciistici (Malga S. Valentino e Belpiano) – passa uno dei percorsi ciclistici più famosi d’Europa: la via Claudia Augusta.

Come dicevamo, di luoghi da visitare ce ne sono davvero tanti, impossibili da indicare in un solo articolo; vorremmo comunque suggerirtene brevemente altri 3:

  • l’antica cittadina romana di Sant’Agata de’ Goti in provincia di Benevento, costruita su una terrazza tufacea;
  • in provincia di Verona, a San Caprino si trova uno spettacolare Santuario scavato nel monte Baldo, a picco sulla vallata: Madonna della Corona;
  • a Bomarzo, in provincia di Viterbo, si può passeggiare tra sculture risalenti al XVI secolo nel parco naturale dei Mostri.

La location adatta è sicuramente quella in grado di coniugare tempo, disponibilità economiche e gusti personali. Se hai la possibilità di prenderti qualche giorno in più poi, potresti optare per una meta esotica che ti farà riassaporare il caldo estivo in pieno autunno; ecco alcuni nostri consigli.

Immerse nell’Oceano Atlantico, le 10 isole che formano l’arcipelago di Capo Verde sono uno spettacolo per gli occhi e il cuore degli ospiti: il mare dal colore turchese, le bianche spiagge e le verdi colline sono stati scoperti da pochi anni dai turisti, restando pertanto in gran parte incontaminati e a prezzi molto accessibili.

Per lasciarti il grigiore autunnale alle spalle, anche l’arcipelago di Zanzibar e, in particolare, Unguja (l’isola principale) con le sue temperature gradevoli tutto l’anno è un’altra destinazione ideale. Là, ottobre e novembre sono i mesi che precedono l’arrivo dell’estate, regalando un clima secco. Anche chi non ama lo snorkeling può comunque avere la possibilità di ammirare la bellezza dei fondali marini ogni 6 ore: per via del fenomeno delle maree, l’acqua si ritira di diversi metri.

Buon viaggio!